Il Consorzio ha programmato e dato avvio a progetti significativi, intrapresi o da intraprendere unitamente alle istituzioni del territorio, ed in particolare alla Provincia di Alessandria ed alla Comunità Montana, che da sempre hanno supportato le nostre iniziative, e non certo da ultima la Regione Piemonte.

Tra quelli in fase di avanzamento si ricordano in particolare:

  • incremento della comunicazione, a livello nazionale ed internazionale, di un territorio, a sicuro sviluppo nei prossimi anni con riguardo all’area turistico-alberghiera, che ha dato i natali a personaggi come Perosi, Girardengo, Coppi, San Luigi Orione, Pellizza da Volpedo e nel prevedibile incremento delle produzione di qualità (tartufi bianchi e neri, formaggi, frutta ed ovviamente vino di qualità)
  • compartecipazione all’evento della commemorazione dei 100 anni dalla morte del pittore Pellizza da Volpedo
  • individuazione di un “Testimonial” in grado di caratterizzare il prodotto enoviticolo legato al territorio
  • esame del progetto di creazione di una Enoteca Regionale in un immobile storico e di elevato pregio artistico della zona
  • ingresso di nuovi consorziati delle valli per il rafforzamento complessivo della struttura consortile
  • adesione al Consorzio di secondo grado “Valli del Giarolo” ed assunzione di un ruolo operativo nella struttura al fine di creare forti collegamenti con gli altri prodotti tipici del nostro territorio
  • sviluppo e rafforzamento dei rapporti già in essere con il Consorzio di Tutela
  • collaborazione con La Centrale del Latte di Alessandria e Asti S.p.A., ai fini della valorizzazione del nostro territorio e dei relativi prodotti
  • avvio del progetto “Il Viatico”, volto a instaurare una collaborazione con i ristoratori locali anche nella fascia di prezzo medio-bassa attualmente poco presidiata dai Consorziati
  • attuazione del nuovo progetto di filiera integrato “Timorasso”, avviato con l’adesione al relativo bando
  • supporto dell’iniziativa che ha portato ad ottenere il riconoscimento della D.O.C. “Timorasso” e della D.O.C. “Monleale” ed avvio delle azioni necessarie ad ottenere il cambiamento della D.O.C. con la denominazione “Derthona Timorasso” e l’allargamento dell’area geografica nell’ambito dei comuni storicamente vocati per tale produzione